Fulvio Bertolino nasce a Ferrara il 27 settembre 1964.
Fin da ragazzino è attratto dalla musica cantautorale sia italiana che straniera. Impara presto a suonare la chitarra per accompagnare le melodie dei suoi autori preferiti.
Conseguita la maturità lavora per una decina di anni nei villaggi turistici come musicista / animatore. In seguito si dedica più approfonditamente allo studio sia del canto che della chitarra e comincia a frequentare i locali di musica live dove colleziona centinaia di serate sia come solista che in coppia con un pianista.
Nel 2004 fonda il gruppo Controcanto con il quale si esibisce in un tributi a Fabrizio De André e Dalla / De Gregori che tuttora porta a spasso per l'Italia con un ottimo feedback di pubblico e critica.
Nel 2013 è ideatore e autore di Girovagando, spettacolo teatrale/musicale interpretato assieme all'attrice Eva Robin's, dove in una sorta di autobiografia racconta la propria vita attraverso la canzone d'autore italiana. 
Suona chitarra acustica, bouzouki, mandolino, flauto ed armonica a bocca.
Ha collaborato e collabora con i seguenti artisti/musicisti: Ron, Ellade Bandini, Mario Arcari, Giorgio Cordini, Eva Robin's, Antonello D'Urso, Luca Deriso, Roberto Manuzzi, Tom Sheret, Stefano Peretto, Nicola Morali, Olimpio Forti, Stefano Pavani, Andrea Romanini, Andrea Poltronieri, Roberta Righi, Claudio Castellari, Stefano Zeni, Pamela e Carmen Falconi, Thomas Cheval ed altri ancora.Fulvio Bertolino nasce a Ferrara il 27 settembre 1964.
Fin da ragazzino è attratto dalla musica cantautorale sia italiana che straniera. Impara presto a suonare la chitarra per accompagnare le melodie dei suoi autori preferiti.
Conseguita la maturità lavora per una decina di anni nei villaggi turistici come musicista / animatore. In seguito si dedica più approfonditamente allo studio sia del canto che della chitarra e comincia a frequentare i locali di musica live dove colleziona centinaia di serate sia come solista che in coppia con un pianista.
Nel 2004 fonda il gruppo Controcanto con il quale si esibisce in un tributi a Fabrizio De André e Dalla / De Gregori che tuttora porta a spasso per l'Italia con un ottimo feedback di pubblico e critica.
Nel 2013 è ideatore e autore di Girovagando, spettacolo teatrale/musicale interpretato assieme all'attrice Eva Robin's, dove in una sorta di autobiografia racconta la propria vita attraverso la canzone d'autore italiana. 
Suona chitarra acustica, bouzouki, mandolino, flauto ed armonica a bocca.
Ha collaborato e collabora con i seguenti artisti/musicisti: Ron, Ellade Bandini, Mario Arcari, Giorgio Cordini, Eva Robin's, Antonello D'Urso, Luca Deriso, Roberto Manuzzi, Tom Sheret, Stefano Peretto, Nicola Morali, Olimpio Forti, Stefano Pavani, Andrea Romanini, Andrea Poltronieri, Roberta Righi, Claudio Castellari, Stefano Zeni, Pamela e Carmen Falconi, Thomas Cheval ed altri ancora.
 
 
Pubblicato in Musica

 Mostra personale del forografo Piergiorgio Miserocchi al NatFest 2017

ozio_gallery_nano

Pubblicato in Fotografia

Fulvio Bertolino è artista a tutto tondo. e' musicista, ma anche scrittore, per giunta naturista. Al NatFest 2017 presenterà il suo libro, autobiografico, che racconta la sua esperienza naturista alla Bassona.

Con licenza linguistica si può definire questo lavoro di Fulvio Bertolino un memoir di formazione, un racconto in cui un uomo di quasi quarant’anni matura nuove idee e consapevolezze, in parallelo a fatti e incontri narrati in prima persona.
Attraverso storie vissute sulla spiaggia della Bassona, il protagonista si confronta con le paure, le attrazioni, i pregiudizi collettivi e per molti versi – lungo le vie della ragione e dell’umanesimo – se ne affranca, spogliandosi sia dei propri abiti che delle proprie abitudini (anche di pensiero).
La spiaggia della Bassona è uno dei luoghi più misteriosi e vergini del litorale ravennate e continua ad attrarre frequentatori di fede naturista, visitatori curiosi, ma anche tanti neofiti che qui cercano una spiaggia libera che si distacchi dal resto e il superamento delle proprie abitudini balneari.
Nel libro, tra ricordi e digressioni analitiche, si dipanano vicende narrate con onestà e limpidezza, fino ad apparire talvolta ingenue, immerse in una purezza giovanile resistente, che anziché sbiadire si impone all’avanzare degli anni.
L’autore incontra la Bassona per la prima volta nei primi anni del 2000, quando la spiaggia vive un momento di forte richiamo popolare per l’immaginario trasgressivo che si è diffuso nei decenni addietro.
Si inoltra tra spiagge e pinete, tra compagnie di nudisti e club privé con animo puro e sguardo preciso, sempre lucido. Dà corso a una sorta di iniziazione non solo al nudismo e ai nuovi costumi sessuali che incontra, ma anche ad una “nuova visione” sulle libertà altrui e le necessità delle proprie. Questo colpisce del lavoro di Fulvio Bertolino, la capacità – talvolta estremizzata – di fermarsi in bilico tra narrazione e analisi critica di quanto i fatti stessi gli scatenino nell’intimo, innescando considerazioni e analisi che lo riportano alla
sua realtà, la città di Ferrara.Riviviamo assieme a lui i dubbi, le contraddizioni e le possibili conclusioni rispetto a quanto di straordinario gli accade nel teatro naturale della spiaggia, dove personaggi precari o insospettabili, sorprendentemente umani o bestiali, si avvicendano intessendo la trama complessa di una ricerca che non sacrifica nulla alla semplicità.Da romagnolo, riconosco il sentimento di attrazione/repulsione che suscita la Bassona: l’esotismo degli arenili e la voluttà liberatrice di una spiaggia che si espone anche ad appostamenti voyeuristici o ad incontri imbarazzanti. Questo aspetto compare anche nel lavoro di Bertolino, senza il peso di “decreti morali”, con un certo sforzo di misura e di indulgenza.
Grazie alle battaglie di un’associazione naturista (ANER di Ravenna), parte di quanto l’autore auspica nel suo racconto è divenuto realtà: la difesa, legale ed istituzionale delle libertà e delle espressioni di un gruppo umano via via crescente, in un ambiente già tutelato nella sua ecologia, nel rispetto di tutti, inclusi i cosiddetti “tessili” non praticanti nudismo, che possono serenamente frequentare la spiaggia coi loro costumi di fibra, secondo i propri costumi di vita.
Il racconto di Fulvio Bertolino ha un andamento circolare; si apre con un film evocativo di quanto accadrà e si conclude con un sogno allegoria di quanto ha voluto dirci: un deltaplano sorvola la Bassona; partecipa della vita e della bellezza del luogo librandosi in cielo, a una certa distanza; è la distanza delle analisi più lucide che compie l’autore su se stesso e sul rapporto con gli altri, ma anche la distanza che egli cerca dai suoi pregiudizi, dalle sue paure sconfessate.
 Segna intensamente questo lavoro, la capacità di osservare con occhi adulti i diversi scenari della vita in Bassona, raccontandoli con il linguaggio fragile e intrepido dell’adolescente Sinclair di Hermann Hesse; come nel Demian dell’autore tedesco, anche in questa storia il protagonista si affida ad un Io nascosto che egli ritrova e ascolta, verso una vita improntata al Sé, ampliata, creativa e pur sempre volubile.
La Bassona Nuda è un libro in cui lo scarto tra l’osceno e il vero (naturale) riesce ad annientarsi, portando il lettore oltre l’effetto nudo, le ovvietà e le dicerie che riducono il senso e la storia di questa spiaggia.
 

 

Pubblicato in Libri

Logo Aner

Il Festival naturista è una grande festa di inizio stagione, una gioiosa occasione di incontro tra tutti coloro che fanno del naturismo il proprio modus vivendi.

L'edizione 2017 del Festival Naturista è organizzata congiuntamente all'ANER - Associazione Naturista Emiliano-Romagnola e si svolgerà dal 25 al 28 maggio 2017 presso il Camping Classe FKK al Lido di Dante con il patrocinio del Comune di Ravenna.

Con il patrocino del

COMUNE DI RAVENNA

All'ANER, storica associazione naturista, si deve la promozione e l'affermazione del naturismo in Emilia Romagna, essendo artefice della prima legge naturista regionale, nonché dell'istituzione della spiaggia naturista della Bassona, al Lido di Dante, che la stessa associazione da anni presidia e tutela.

Un altro corpo è possibile è il tema costante del Festival Naturista, che propone la ricerca di una dimensione del corpo libera non solo dai vestiti, ma anche dai condizionamenti estetici e culturali imposti dalla società dei consumi.


Esso nasce per iniziativa della rivista Vita Naturista Magazine con lo scopo di promuovere il naturismo e i suoi valori positivi presso il grande pubblico e le istituzioni, in tutte le sue espressioni.

Il Festival naturista è un appuntamento annuale ed è itinerante, si svolge cioè volta per volta in regioni diverse, preferibilmente in strutture turistiche che naturiste non sono.

La prima edizione del festival si è svolta Capalbio dal 16 al 18 maggio 2014; la seconda a Marina di Camerota. dal 21 al 24 maggio 2015; la terza ad Orbetello dall'8 al 12 giugno 2016.

Per il 2017 il Festival naturista intende rendere omaggio alla Aner e al suo storico Presidente Avv. Jean Pascal Marcacci, nonché alla stessa emilia Romagna, capostipite di grandi tradizioni naturiste.

Il Festival naturista è dedicato a tutti coloro che hanno sposato o intendono avvicinarsi al naturismo e alla sua filosofia di vita, le associazioni o i gruppi nudo-naturisti e le singole persone che danno forza e vitalità al nudo naturismo italiano, senza distinzioni di appartenenza.

Per sua stessa natura il Festival è aperto a tutti e prescinde dalle appartenenze politiche, associative, ideologiche e religiose. Il Festival rifugge l'omofobia ed è gay friendly.

Il Festival è un evento per tutti, per grandi e piccoli, single e famiglie.

 

Pubblicato in Info


L'edizione 2018 del Festival Naturista si svolgerà al Lido di Dante, rinomata località balneare del comune di Ravenna, ubicata sulla costa romagnola, presso il Camping Classe FKK 

Siamo dunque in Emilia Romagna, nell'area del Parco Regionale del Delta del Po, in un contesto paesaggistico e ambientale di eccezionale bellezza.

La scelta di svolgere in questo luogo il Festival Naturista 2018 non è affatto casuale: il Lido di Dante ospita infatti la storica spiaggia naturista della "Bassona", così detta perché è ubicata nei pressi dell'area di foce del fiume Bevano, terra per l'appunto depressa e paludosa in tempi più o meno antichi. La lunga spiaggia sabbiosa ospita un pregiato ambiente dunale, alle cui spalle vegeta la monumentale Pineta di Classe.

Il naturismo alla Bassona si è affermato grazie all'incessante azione dell'ANER - Associazione Naturista Emiliano-Romagnola, che da anni svolge un prezioso servizio di presidio e vigilanza su questa spiaggia.

Link utili

Parco del Delta del Po
Turismo a Ravenna
Turismo al Lido di Dante

 

ozio_gallery_nano

Pubblicato in Info
L’Emilia Romagna vanta un'antica tradizione naturista: è stata infatti la prima regione italiana a dotarsi di una legge che riconosca, incentivi e promuova il turismo naturista.
Emilia Romagna vanta un’antica e consolidata tradizione di ospitalità per coloro che detestano il costume da bagno.
 
Diverse sono infatti le ottime e qualificate strutture naturiste presenti in questa regione, che vanta peraltro magnifiche spiagge, di mare e di fiume, attivamente frequentate: il Lido di Dante, ad esempio, con la sua storica spiaggia della Bassona, è divenuta ormai una vera e propria destinazione turistica naturista di livello europeo, caso unico in Italia, in cui il naturismo contribuisce non poco alla sua economia.
 
Ciò non è avvenuto per caso: l’Aner - Associazione Naturista Emiliano-Romagnola, ha attivamente contribuito all’affermazione del naturismo in questa regione; ad essa, in particolare, si deve la formulazione della stessa legge naturista regionale. Ad essa si deve l'stituzione e la promozione della spiaggia naturista della Bassona, al Lido di Dante.
 
Perché il naturismo in Emilia Romagna è targato ANER!...
 
Venire al Festival Naturista 2017 sarà dunque per te un'occasione per conoscere una regione davvero speciale.
 
LE ASSOCIAZIONI E I GRUPPI NUDO-NATURISTI
 
 
 
LE SPIAGGE (vedi la mappa in basso)
 
  1. Lido di Dante
  2. Lido di Volano
  3. Fiume Trebbia

Le strutture recettive (vedi la mappa in basso)

  1. Camping Classe
  2. Ca' Le Scope
  3. Oasi di Zello
  4. Agriturismo del Cimone
Pubblicato in Info

Il Festival Naturista 2017 vi aspetta al Lido di Dante (Ravenna), dal 25 al 28 maggio prossimi, presso il Camping Classe FKK.

L’evento, organizzato congiuntamente all'ANER - Associazione Naturista Emiliano Romagnola, giunge quest'anno alla sua quarta edizione, confermendosi un appuntamento ormai immancabile per il nudonaturismo nostrano. NatFest intende pertanto rendere omaggio ad una associazione naturista, quale l'Aner, che tanto ha cobntribuito all'affermazioner del naturismo in Emila Romagna e in Italia.

Spettacoli, danze e canti, teatro e musica, arte del corpo e cultura naturista. E ancora: giochi di gruppo alla storica spiaggia naturista della Bassona, Naked Yoga, Biodanza naturista, Reiki, stage olistici ed escursioni in natura, mostre d’arte, libri, conferenze, dibattiti e tanto altro. Il tutto in una grande festa nuda di inizio stagione, variopinta e allegra, inaugurale e propiziatrice.

Vieni anche tu? Non rinunciare a vivere questa esperienza gioiosa. Potrai sceglere di soggiornare in mobilhome o venire con il tuo camper, caravan o con la tua tenda.

Puoi prenotarti direttamente al Camping Classe ai numeri 0544492005 / 3355254711.

Il Festival Naturista è un evento indipendente e non ti chiede tessere. Il Festival Naturista è per tutti.

INFORMAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PRENOTAZIONI
Le prenotazioni vanno effettuate direttamente a:
 
CAMPING CLASSE FKK
Via Catone, s.n.
48124 Lido di Dante (Ravenna)
 
Telefono 0544 492005 / Fax 492058
Cellulare 0335 5254711
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ozio_gallery_nano

Pubblicato in Info
Un altro corpo è possibile è il tema costante del Festival Naturista, che si ripropone pertanto anche nell'edizione 2017.
 
Questo perché il corpo è destinatario di messaggi commerciali sempre più pervasivi e onnipresenti nella vita quotidiana, nei media, nell'alimentazione e in ogni altro aspetto della vita quotidiana. Le stesse istituzioni sanitarie, che il corpo dovrebbero proteggere, sono portatrici di interessi economici colossali che confliggono con il diritto alla salute.
 
Il corpo mercificato necessita poi di una sua estetica e dei relativi modelli di perfezione, felicità e di eterna giovinezza. Ma il corpo delle copertine patinate e dei suadenti spot pubblicitari necessita anche di adeguati tabù e delle relative inibizioni affinché esso si renda bersaglio di tali manipolazioni.
 
Paradossalmente, nella società in cui il verbo imperante è il consumo, il corpo stesso nei suoi bisogni è però negato, rimosso e perseguito, se la semplice nudità non legata ad interessi commerciali o pornografici è ferocemente combattuta non soltanto dalla moralità comune, ma dallo stesso ordinamento giuridico.
 
Il naturismo si pone in antitesi a tali condizionamenti, rivendicando a ben diritto la liberazione del corpo da siffatti modelli estetici e comportamentali.
 
Il Festival Naturista celebra dunque il corpo e la sua bellezza al di là di canoni estetici imposti dall'economia di mercato. Lo fa invitandoti a scioglierti in danze, a lasciarti trasportare da musiche e canti, a raccontarti storie di teatro. Insieme agli altri e con gli altri. Perché Festival Naturista significa soprattutto incontrarsi e conoscersi.
 
Il Festival ti propone le chiavi di lettura insite nella meditazione e nelle discipline olostiche, ma non ti obbliga a farle tue. Perché il festival ti rispetta.
 
 

ozio_gallery_nano
 
NatFest 2017 si svolgerà dal 25 al 28 maggio 2017 presso il Camping Classe FKK al Lido di Dante (Ravenna).
 
 

INFORMAZIONI
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PRENOTAZIONI
Le prenotazioni vanno effettuate direttamente a:
 
CAMPING CLASSE FKK
Via Catone, s.n.
48124 Lido di Dante (Ravenna)
 
Telefono 0544 492005 / Fax 492058
Cellulare 0335 5254711
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Pubblicato in Info
Il Festival Naturista 2018 si svolgerà, dal 31 maggio al 3 giugno 2018, presso il Camping Classe FKK, storica struttura turistica del Lido di Dante, località del comune di Ravennanell'area del Parco Regionale del Delta del Po e nei pressi della storica spiaggia della Bassona, la più estesa spiaggia naturista italiana.
 
Il campeggio dispone al suo interno di un’area FKK riservata, dotata di mobilhome a 2/3/4 persone, oltre a piazzole per tende, camper e caravan. nonché di servizi autonomi, quali piscina, solarium e snack bar. Da essa si accede alla spiaggia naturista mediante un breve sentiero che attraversa la storica Pineta di Classe, inclusa nel Parco del Delta del Po. All’interno del campeggio vi sono: market, ristorante,campi da tennis, calcetto, pallavolo e bocce.
 
Numerose le attività sportive e ricreative che vengono organizzate dentro e fuori l’area naturista.
 
Vicinissima al camping la basilica di S. Apollinare in Classe, capolavoro dell’arte bizantina in Italia.
 
Naturalmente sarà possibile partecipare al Festival Naturista 2017 con proprie tende, caravan o camper su piazzole attrezzate.
 
CAMPING CLASSE FKK
Via Catone, s.n.
48124 Lido di Dante (Ravenna)
 
Telefono 0544 492005 / Fax 492058
Cellulare 0335 5254711
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

ozio_gallery_nano
Pubblicato in Info

Di certo, quella del Lido di Dante è la spiaggia naturista più nota d’Italia, ed è anche la più grande, essendo estesa per oltre 2 chilometri.

Si tratta di una magnifica spiaggia sabbiosa, protetta da una magnifica duna e dalla monumentale Pineta di Classe, citata da Dante nella Divina Commedia, situata tra l’omonima località balneare del comune di Ravenna e la foce del fiume Bevano, che la delimita a sud. La colonizzazione naturista di questa spiaggia risale agli inizi degli anni ‘60 e interessò per prima la Bassona o Baiona, vale a dire la zona prossima al delta del fiume; successivamente, la comunità naturista migrò verso il Lido di Dante, occupando di fatto quasi interamente questo tratto di litorale ravennate.  Siamo all’interno del Parco del Delta del Po, in un contesto naturalistico e paesaggistico di grande bellezza. L’affermazione del nudo su questa spiaggia si deve alla tenace azione e al continuo confronto con le istituzioni condotto dell’Aner e del suo storico fondatore, Fidenzio Laghi, che portò, nel 2002, alla prima ordinanza comunale di autorizzazione, sia pure temporanea.

Cosicché il Lido di Dante è oggi divenuto una meta naturista internazionale, sul modello di villaggi naturisti francesi: non una semplice spiaggia, dunque, ma una vera e propria destinazione turistica, primo ed unico caso italiano di turismo basato sul naturismo. Qui è sorto infatti un campeggio naturista, ma la recettività del Lido di Dante è davvero ampia, con alberghi, b&b e ristoranti che danno ogni anno ospitalità ad un cospicuo flusso naturista proveniente soprattutto dal nord Europa. Una vacanza da queste parti è poi occasione di conoscenza di magnifici dintorni e della storia italiana, a cominciare dalla stessa città di Ravenna con i suoi monumenti, già capitale dell’Impero Romano d’Occidente, degli Ostrogoti e dell’Italia bizantina.

Di tale antica storia restano magnifiche testimonianze monumentali, molte delle quali dichiarate dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, quali ad esempio la basilica di S. Apollinare in Classe, situata proprio alle spalle della Bassona. A Ravenna vi è poi la tomba di Dante Alighieri, il Sommo Poeta.

ANER - Associazione Naturista Emiliano-Romagnola

Parco del Delta del Po

ozio_gallery_nano

Pubblicato in Info
Pagina 1 di 2

Questo sito fa uso di cookies, Navigando accetti.